Andare a fare acquisti significa “eseguire un contratto”.

Prendiamo l’esempio di una signora con un grande cappello giallo intorno ai 70 anni che va al vivaio a prendere dei fiori da piantare.  Vuole la Camelia perché fiorisce a Febbraio e dura tutta la Primavera, colorando il giardino.

C’è un tipo con la barba che le consiglia una diversa varietà a fioritura autunnale e decisamente più costosa.

Il tipo con la barba è il distributore del bene, un professionista, ed è in una situazione avvantaggiata rispetto alla signora dato che solo lui conosce le proprietà dei diversi tipi di fiori ed il loro costo.

In pratica il rapporto tra il venditore e l’acquirente è disequilibrato.

La consapevolezza del disequilibrio ha portato allo sviluppo di un’ampia normativa sulla tutela del consumatore volta a riequilibrare i rapporti mettendo sullo stesso piano il tipo con la barba e la signora con il grande cappello giallo.

Esistono infatti delle regole che disciplinano la vendita e garantiscono la trasparenza al fine di evitare imbrogli.

Il primo onere del professionista è quello del “parlar chiaro”. Il tipo con la barba ha il dovere di correttezza e non può abusare del suo potere mostrando unicamente le Camelie più costose senza dire che la fioritura sarà a Settembre. Ha dei veri e propri obblighi di informazione affinché sia escluso qualsiasi effetto a sorpresa una volta arrivati alla cassa o a casa.

Più in generale il Codice Del Consumo impone che le etichette di prodotto riportino delle diciture minime obbligatorie affinchè si possano effettuare confronti tra prodotti e scelte consapevoli.

La signora con il cappello giallo, quando non pianta fiori, utilizza le Infornabio Vicky’s e prepara monoporzioni di pasticcio per i nipoti universitari.  Nel retro delle vaschette trova tutte le informazioni riguardanti l’origine MADE IN ITALY e la qualità del bene che ha acquistato, in piena trasparenza con la disciplina che tutela il consumatore. Le etichette dei prodotti Vicky’s riportano inoltre una serie di informazioni aggiuntive che aiutano il consumatore ad utilizzare ancor meglio il prodotto.

Cloe

Articoli

IL CONAI, IL CONTRIBUTO AMBIENTALE E LA GUIDA ALLE AZIENDE

IL CONAI, IL CONTRIBUTO AMBIENTALE E LA GUIDA ALLE AZIENDE

Il Conai è il COnsorzio NAzionale Imballaggi che opera al fine di facilitare l’adeguamento delle imprese italiane alle richieste dell’Unione Europea di sostenibilità ambientale attraverso l’imposizione di determinati limiti (di spreco) e obiettivi (di riciclo e...

QUENELLE DI ZUCCA

QUENELLE DI ZUCCA

   Quenelle di gnocchi di zucca su fonduta di taleggio. Ingredienti: Zucca mantovana 500 g Patate rosse 350 g Farina 00 150 g Fecola di patate 50 g Uova (1 medio) 57 g Sale fino 3 g Pepe nero 1 pizzico Noce moscata 1 pizzico Fare gli gnocchi di zucca non è troppo...

FARE NATALE NONOSTANTE IL COVID

FARE NATALE NONOSTANTE IL COVID

  Il vocabolo “ambiente” viene accorpato molto spesso al concetto di “natura”, ma fin dai tempi di Galileo Galilei si usa per indicare lo spazio in cui una persona o un oggetto giace. Lo spazio intorno al quale ci si relaziona. Ognuno ha un proprio angolino del...