Il 29 settembre è stata istituita la giornata contro lo spreco delle risorse alimentari.

Too Good To Go, troppo buono per essere lasciato andare, è una startup danese che nasce con l’idea di salvare il cibo che verrebbe, altrimenti, gettato nella spazzatura.

Ecco la soluzione: con la collaborazione di ristoranti e negozi alimentari è stata creata un’app che permette di ordinare “il cibo avanzato” a basso costo. In pratica, attraverso l’app, si possono emettere ordini e i cibi invenduti nei negozi della vicina area geografica arrivano direttamente a casa in una Magic Box. Nessun menù e nessun catalogo.

Un’intuizione geniale.

Una volta, un signore prossimo alla pensione, mi raccontò il suo sogno di creare un ristorante che proponesse solo cibi avanzati. Difficile capire come avrebbe fatto a gestirlo ma il suo nome era curioso: “quello che butto”.

Un tempo non si gettava niente. Del maiale in particolare veniva usato tutto.  Ne nascevano delle vere e proprie specialità: salsicce, prosciutti, mortadelle, ecc.. ma anche pietanze che oggi faticheremmo a mangiare come ad esempio il Sanguinaccio. I nostri nonni hanno mantenuto questa mentalità e spesso condiscono paste e risotti con qualsiasi avanzo ci sia nel frigo, anche se il gusto non è sempre ben assortito, l’importante è non sprecare.

In pratica, dopo essere passati attraverso l’epoca contemporanea, stiamo arrivando alle stesse conclusioni dei nostri anziani, capendo, con almeno 60 anni di ritardo, ciò che l’umanità sapeva da sempre: il recupero di materia prima è fondamentale, qualunque essa sia.

Too Good To Go non è più solo il sogno rimandato ai tempi della pensione di quel signore, ma un’attività a livello mondiale che, attraverso una rete di negozi e ristoranti  partecipanti al progetto, riduce lo spreco di cibo e i rifiuti generati confermando il nuovo approccio al consumo dei clienti.

Un bel win-win di cui sicuramente i nostri nonni sono entusiasti.

Articoli

ESSERE DEI PROFESSIONISTI E COMPRARE FIORI

ESSERE DEI PROFESSIONISTI E COMPRARE FIORI

  Andare a fare acquisti significa “eseguire un contratto”. Prendiamo l’esempio di una signora con un grande cappello giallo intorno ai 70 anni che va al vivaio a prendere dei fiori da piantare.  Vuole la Camelia perché fiorisce a Febbraio e dura tutta la...

ECONOMIA CIRCOLARE: NUOVE OPPORTUNITÀ PER IL FUTURO

ECONOMIA CIRCOLARE: NUOVE OPPORTUNITÀ PER IL FUTURO

  In Italia il modello Green Economy si sta sviluppando grazie all’incrocio di innovazione, qualità e bellezza. E’ un coraggioso tentativo di evolversi verso un sistema di investimenti e lavoro. Migliaia di imprese negli ultimi 5 anni hanno tentato di puntare...

COME SONO CAMBIATE LE ABITUDINI DURANTE LA QUARANTENA?

COME SONO CAMBIATE LE ABITUDINI DURANTE LA QUARANTENA?

  Negli ultimi mesi i carrelli della spesa sono cambiati. Nei primi giorni di lock-down dovuto al Covid-19 c’è stato un vero e proprio assalto al supermercato. Le piccole botteghe di paese non hanno mai visto un afflusso di persone così alto. La corsa agli...